“Non farmi Muro”, per un’Europa senza più muri.

Raffaele Carlino

ottobre 11, 2019

54 visualizzazioni

(Anna Smimmo)- In corso fino al 13 ottobre la settimana italo-tedesca promossa dall’Ambasciata di Germania in Italia, alla vigilia del 30 esimo anniversario della caduta del Muro di Berlino, il 9 novembre. L’ambasciatore Elbling: “Un modo per conoscerci meglio. Sui migranti serve più solidarietà in tutta l’Europa”.

Una settimana per raccontare la Germania di oggi ma anche quella di trent’anni fa, quando, fino alla caduta del Muro di Berlino, il 9 novembre 1989 era il cuore dell’Europa divisa in due dalla cortina di ferro. Con la Settimana tedesca in Italia dal titolo “Non Farmi Muro”, dal 6 al 13 ottobre la Germania si racconta in Italia attraverso oltre cento eventi organizzati in più di 20 città, da Ragusa a Domodossola, passando per Napoli, Roma, Firenze, Milano, Torino e tante altre. Trent’anni dopo quel giorno di festa attesa dall’agosto 1961, quando il muro venne innalzato a dividere Berlino Est da Berlino Ovest, a presentarsi è una Germania nuova, diversa, moderna.

A Roma il Festival del cinema tedesco, dal 10 al 13 ottobre

Concerti, mostre, spettacoli, festival del cinema tedesco, incontri tematici, momenti educativi ed altri dedicati a socialità ed intrattenimento caratterizzano la Settimana tedesca in Italia, anzi “italo-tedesca”, come preferisce chiamarla l’ambasciatore della Repubblica federale di Germania Viktor Elbling, che ha l’obiettivo “di avviare una riflessione sui rapporti tra i nostri due paesi”, di far emergere “cosa abbiamo in comune e quanto miti e stereotipi siano falsi”.  Dal 10 al 13 ottobre, ad esempio, nel cinema romano Giulio Cesare, va in scena il Festival del Cinema tedesco, con tre proiezioni giornaliere gratuite, alle 18, alle 20 e alle 22.30, di film tedeschi recenti, ma mai apparsi sugli schermi italiani, in lingua originale con i sottotitoli in italiano.

Condivi il post su:

Il Falerno entra nell’inventario del Patrimonio Culturale Immateriale Campano.

Raffaele Carlino

ottobre 9, 2019

48 visualizzazioni

FALCIANO- (Anna Smimmo)- E’ giunto il verdetto positivo dalla Regione Campania per la  Coltivazione del Falerno e la Vendemmia eroica dell’Asprinio inseriti nell’ Inventario del Patrimonio Culturale Immateriale Campano che cataloga il patrimonio culturale immateriale e le pratiche tradizionali connesse alle tradizioni, alle conoscenze, alle pratiche, ai saper fare della comunità campana, così come definite dalla Convenzione UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale del 17 ottobre 2003. Pertanto, sicuramente è un momento importante per l’intero Comune di Falciano del Massico che, da oggi, può contemplare la Coltivazione del Falerno nell’Inventario del Patrimonio Culturale Immateriale Campano (IPIC).

Un risultato importante, fondamentale, annunciato dal sindaco Ing. Giovanni Erasmo Fava sulla sua pagina facebook: “È un immenso piacere comunicarvi che, grazie alla richiesta del COMUNE DI FALCIANO DEL MASSICO, la Regione Campania con Decreto Dirigenziale n. 205 del 07/10/2019 ha iscritto la “COLTIVAZIONE del FALERNO” nell’inventario del Patrimonio Culturale Immateriale Campano. Un risultato prestigioso per la tutela del nostro Vino Falerno, azioni di vero sostegno alle Aziende vitivinicole del territorio. Il nostro faticoso lavoro nella valorizzazione del Falerno che si concretizza con azioni importanti e dimostra come le Istituzioni possono realmente collaborare ed aiutare il settore imprenditoriale. Insieme tutto è possibile”.

Un prodotto di Eccellenza, il Falerno, autentico e naturale che prende colori, profumi e sapori dal microclima in cui si sviluppa. Una tradizione secolare che si tramanda di padre in figlio ed il patrimonio culturale, identitario e paesaggistico, con l’obiettivo di promuovere le eccellenze della città di Falciano del Massico.

Condivi il post su:

Presentazione del testo: “MONDRAGONE. RICERCHE SUL TERRITORIO (XVI-XIX)”, sabato 12 ottobre.

Raffaele Carlino

ottobre 8, 2019

62 visualizzazioni

MONDRAGONE- (Anna Smimmo)- Sabato 12 ottobre 2019, ore 18:00, presso la sala conferenze III Circolo Didattico, via Duca degli Abruzzi, a Mondragone, si terrà la presentazione del volume “MONDRAGONE. RICERCHE SUL TERRITORIO (XVI-XIX)” dei Prof. arch. Francesco Miraglia e del Prof. arch. Corrado Valente.

Interverranno durante la presentazione personalità istituzionali locali e regionali: il sindaco di Mondragone, Dott. Virgilio Pacifico; l’On. avv. Giovanni Zannini, Consigliere regionale della Campania; la dott.ssa  Carmelina Patrì, Dirigente III Circolo Didattico; il Prof. Arch. Cesare Crova dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro; il dott. Umberto Cinque, Presidente OP Domitia Felix; Prof. Arch. Massimo Pica Ciamarra, Pica Ciamarra Associati. Incontro moderato dal giornalista Salvatore Di Rienzo, direttore di Herald Italia e, inoltre, seguirà un momento di dibattito con i partecipanti all’incontro.

Il testo che sarà presentato raccoglie alcuni lavori svolti sulla città di Mondragone e sul territorio: analisi delle caratterizzazioni tecnico-costruttive della torre della marina, che insisteva sulla spiaggia di Mondragone, permettendo di lumeggiarne l’origine e di conoscere il contesto storico e culturale di riferimento; propone nuove informazioni sul palazzo ducale, sulla base di inedite acquisizioni di archivio; infine, analizza le fortificazioni periferiche e ripercorre nascita e sviluppo del centro storico della città, formato dai casali di Sant’Angelo e San Nicola e dal sito murato oggi denominato “Piazza”.

Un’opera che racconta il volto urbanistico del territorio di una città che, con chiarezza e aggiornamenti costanti, fornisce informazioni nei vari ambiti: ricerca e sviluppo, incidenza dell’arte e della cultura, qualità della vita e ambiente.

Un’appuntamento da non perdere per chi ama la propria città, Mondragone!

Condivi il post su:

Ercolano- Domani 30 settembre ore 12, Conferenza stampa: “1 Eat Art Vesuvio Expo”.

Raffaele Carlino

settembre 29, 2019

59 visualizzazioni

ERCOLANO- (Anna Smimmo)- Si svolgerà lunedi 30 settembre alle ore 12:00 presso Le Scuderie di Villa Favorita, la conferenza stampa di presentazione del “1^Eat Art Vesuvio Expo”, evento organizzato dall’Associazione del Miglio in collaborazione con Artesa, Archeoclub, U.N.C.I. Agroalimentare e dall’Associazione Promozione Sociale Jazz and Conversation.

Punto di riferimento riconfermato, la Cittadella della cultura di corso Resina, con una serie di appuntamenti itineranti da Villa Favorita fino ad arrivare a Villa Campolieto. Continua per Ciro Iengo (Presidente dell’Associazione del Miglio), l’impegno per la valorizzazione delle terre del Sud, una vera e propria missione che lo vede fortemente coinvolto- già da diversi anni- a tenere alta l’attenzione sul tema attraverso una serie di appuntamenti ed iniziative. Si tratterà di 4 giorni, in onore della città di Ercolano, che spazierà tra musica, cibo, moda, cultura, artigianato ed arte, grazie ad un imponente cartellone che farà di grande attrazione per i numerosi visitatori che saranno ospiti.

Ci sarà spazio per la memoria di importanti eventi storici:

  • 79/2019- “Ercolano a distanza di secoli dall’eruzione storica del Vesuvio”
  • 1969/2019- ” 50 anni dal cambio del toponimo da Resina ad Ercolano”
  • 1989/2019- “30 anni dalla Magica Notte di Ercolano”, in mondovisione su Rai 1.

Non mancheranno momenti dedicati alle nuove idee e si prefigura come un appuntamento imperdibile grazie ai grandi ospiti che interverranno per rendere più intrigrante tale kermesse. Con l’organizzatore Ciro Iengo parteciperanno alla conferenza stamapa di lunedi: il sindaco della città di Ercolano Ciro Buonajuto, Alfonso Longombardi, Consigliere della Regione Campania e Vice-Presidente Commissione Bilancio, nonchè alcuni degli artisti partecipanti all’evento.

Condivi il post su:

Il Papa: “il bene comune non può essere dissociato dal bene di ogni individuo”

Raffaele Carlino

settembre 27, 2019

38 visualizzazioni

ROMA- (Anna Smimmo)- Francesco riceve in udienza i partecipanti al seminario “Il bene comune nell’era digitale” organizzato dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e dal Pontificio Consiglio della Cultura.

L’umanità si trova ad affrontare sfide inedite per l’inarrestabile avanzamento tecnologico da cui sarà possibile trarre beneficio nella “misura in cui le nuove possibilità a disposizione saranno usate in maniera etica”. Con questa premessa, tratta dalla sua Enciclica Laudato Si’, Papa Francesco si rivolge ai partecipanti al seminario “Il bene comune nell’era digitale”.

“ Un mondo migliore è possibile grazie al progresso tecnologico se questo è accompagnato da un’etica fondata su una visione del bene comune, un’etica di libertà, responsabilità e fraternità, capace di favorire il pieno sviluppo delle persone in relazione con gli altri e con il creato – Papa Francesco ”

Dal 26 settembre e fino a domanica esperti nell’ambito della tecnologia più avanzata, filosofi e teologi, si stanno confrontando, nell’ambito del seminario organizzato dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, proprio per dibattere sulle implicazioni sociali, etiche e politiche dovute agli straordinari sviluppi nel settore delle tecnologie digitali, con particolare riferimento all’applicazione dell’intelligenza artificiale.

Condivi il post su:

MONDRAGONE- Mario Buonanno all’Hair World Cup 2019 di Parigi: l’in bocca al lupo del Sindaco e Lisbona

Raffaele Carlino

settembre 13, 2019

95 visualizzazioni

MONDRAGONE-(Anna Smimmo) – Il sedicenne mondragonese Mario Buonanno parteciperà, a partire da domani 14 settembre e fino a lunedì 16, all’Omc Hair World Cup 2019 di Parigi, il campionato del mondo di hair stilist. A renderlo noto è lo stesso giovane che questa mattina è stato ricevuto dal sindaco Virgilio Pacifico che si è complimentato per le “indubbie doti del giovane mondragonese, che rappresenterà in questa competizione così importante tutta la comunità cittadina, orgogliosa di lui”. Il giovane Buonanno è figlio d’arte: il padre Giuseppe Buonanno è un parrucchiere da uomo di Mondragone molto noto che per primo ha scoperto l’innato talento del figlio, il quale sin da piccolissimo riusciva a maneggiare spazzola e phon in maniera molto professionale. “Vorrei ringraziare tutta l’Anam nazionale – commenta il giovane Mario – diretta dal presidente Lino Fabiani, il centro Anam di Pescara diretto dal presidente Carmine Pagliacelli e tutti quelli che mi sono vicini per la mia partecipazione all’evento francese.” Insieme al giovane Bonanno, con il sindaco Virgilio Pacifico, anche il presidente dell’associazione acconciatori e Barbieri di Mondragone Claudio Lisbona.

Condivi il post su:

L’Ass.ne RIVIERA DOMITIA al Campidoglio: tra i premiati più illustri del mondo del sociale.

Raffaele Carlino

settembre 5, 2019

104 visualizzazioni

(Anna Smimmo)- L’Associazione RIVIERA DOMITIA-no profit- dopo essere stata ricevuta dalla Santa Sede del Vaticano da S.S. Papa Francesco Bergoglio nel 2015, alla Camera dei Deputati nel 2016 e dopo tantissimi riconoscimenti Internazionali di Merito dal 2013 al 2018, come ricordiamo al Maschio Angioino della meravigliosa città di Napoli il premio “UNIVERSITA’ FEDERICO II”, quest’anno, precisamente il 18 ottobre 2019, riceverà un “Premio di merito Internazionale” al Campidoglio di Roma, tra i premiati più illustri che si sono distinti nel sociale, indipendentemente dal settore.

“Questi riconoscimenti, penso che, fanno onore ai cittadini che la sostengono, ai Comuni che rappresenta (Castel Volturno, Cellole, Mondragone, Sessa Aurunca, Roccamonfina e Falciano del Massico), alla Provincia di Caserta e all’intera Regione Campania. Sono ben 10 anni, quasi 11, di tanto lavoro e di tanti sacrifici, in un territorio non facile da gestire, ma orgoglioso dei risultati raggiunti. Un Premio molto ambito il nostro, il “TROFEO VENERE SINUESSANA”, che mira soprattutto a premiare le qualità umanitarie, oltre che professionali, di una persona”– è quanto afferma orgogliosamente e con tanta felicità il Presidente dell’Ass.ne Riviera Domitia il Cavalier Vincenzo Buffardi.

Sicuramente vi terremo aggiornati al più presto per ulteriori notizie.

 

Condivi il post su:

CELLOLE- #TutticonFiocco, l’amore per gli animali supera la violenza.

Raffaele Carlino

settembre 3, 2019

97 visualizzazioni

CELLOLE- (Anna Smimmo)- “Fiocco, un cagnolino dolcissimo legato ad un albero per le zampe in piazza Raffaello”

Evento di una crudeltà e disumanità infinita, è accaduto ieri sera e si è appreso questa notizia attraverso le pagine facebook di Generazione Aurunca e della prima cittadina avv. Cristina Compasso:

“Fiocco, un dolcissimo esemplare di cane a chiazze bianche e nere, si aggira da anni tra le piazze e strade della nostra Cellole, tanto da esser ormai divenuto patrimonio di tutti noi. È talmente integrato nella nostra comunità che Manuel, un bimbo di 5 anni, lo ha ritratto ieri mattina in un disegno bellissimo presentato alla Mostra estemporanea di Pittura!
Qualche barbaro delinquente, annoiato dalla sua vita insulsa, ha mal pensato ieri sera di sottoporlo a tortura, legandolo per le zampe ad un albero in piazza Raffaello. Ringrazio la signora E.P. di avermi stamattina segnalato lo spiacevole accaduto. Da subito ho incaricato la Polizia Locale di visionare le immagini delle telecamere posizionate in piazza per poter risalire agli autori di questo barbaro e insano gesto di disumanità ed inciviltà.
Ma anche L’ OMERTÀ è condotta #colpevole e #complice!
Rassicuro tutti che Fiocco ora sta bene, grazie soprattutto alla sensibilità di chi ha denunciato.
Ricordo che il #maltrattamento di animali è #reato, previsto dall’art. 544-ter del codice penale ai sensi del quale:
“1. Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da 3 mesi a 18 mesi o con la multa da 5 000 euro a 30 000 euro.
2. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi.
3. La pena è aumentata della metà se dai fatti cui al primo comma deriva la morte dell’animale”-
è quanto afferma la sindaca Compasso.

Inoltre, si sta cercando di risalire ai “delinquenti” attraverso le telecamere e la Polizia locale sta facendo il proprio lavoro: si presuppone che siano ragazzacci allo stato brado ed insensibili. Nonostante tutto, Cellole è una cittadina in cui ci sono tantassime persone che subito si sono attivati per il meraviglioso Fiocco, fortunatamente la situazione termina nel miglior modo possibile e Fiocco è in buone condizioni di salute!

Come afferma saggiamente Ghandi “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”.

Condivi il post su:

CELLOLE- Il Countdown: -15 giorni al via alla IV edizione dei “Giochi dei Rioni”.

Raffaele Carlino

agosto 30, 2019

87 visualizzazioni

CELLOLE- (Anna Smimmo)- Un paese unito all’insegna dello sport, Cellole si prepara a scendere letteralmente in campo con la IV edizione dei “Giochi de Rioni”. Un evento più atteso dell’anno prenderà il via, in grande stile, il 15 e il 22 settembre 2019.  Ieri sera, 29 agosto, alle ore 20.30/21.00, Presso Piazza F.Compasso si è svolta la presentazione ufficiale dell’edizione 2019 dei suddetti giochi.

Il fascino di questi giochi, ormai diventati tradizione della cittadina cellolese, è il “puro divertimento e la sana competizione”– è quanto afferma la prima cittadina avv. Cristina Compasso- “dico sempre ciò che penso e con il cuore voglio ricordare, senza strumentalizzazioni politiche, Antonella Gallinaro, giovane madre e donna che ci ha lasciati, sindaco del Rione Freda-Aurunci. Invito ai più grandi e ai più piccini di vivere questa IV edizione all’insegna dell’aggregazione sociale, della gioia, del divertimento e soprattutto sana competizione. Passo la parola all’assessore allo sport e turismo Giovanni Di Meo che davvero sta facendo un gran bel lavoro per la città puntando su eventi di qualità”. Successivamente l’assessore Di Meo ribadisce quanto detto dalla sindaca Compasso.

L’evento organizzato dalla “Pro loco Città di Cellole”, nella persona di Angelo di Lorenzo, con il patrocinio del comune di Cellole, hanno offerto una serata musicale durante la quale gli amici di Aria Sud hanno allietato il pubblico per più di due ore con pizziche e tammurriate, facendo degustare una buonissima Sangria e deliziose pennette al sugo.

Inoltre, durante la serata, sono stati consegnati ai vari rioni (Rione Falco, Rione San Marco, Rione Lupoli e Rione Freda Aurunci) i nuovi Gonfaloni realizzati per tale edizione. Infine, tra le novità apportate in tale edizione vi è la possibilità di votare i giochi, coreografie più belle e varie manifestazioni con un “televoto” direttamente dal telefonino per rendere parte attiva l’intera popolazione cellolese.

Tanti i nuovi giochi subentrati e quelli oramai fissi nel programma delle due giornate. Ogni anno che passa le coreografie, i giochi, lo staff organizzativo sono rivolti all’innovazione, attraverso l’esperienza che man mano matura.

La città si tingerà dei colori dei 4 Rioni: del bianco-giallo (Rione Falco), del bianco-rosso (Rione Lupoli), del bianco-verde (Rione San Marco) e del bianco-azzurro ( Rione Freda Aurunci). L’organizzazione di questo evento vede i partecipanti per alcune settimane o mesi provare ad allenarsi e pertanto, “la vera Bellezza” è quella di intravedere per le vie della città i tanti giovani e anche adulti pieni di gioia, un lavoro che porta grande soddisfazione, emozione, la giusta carica per dare il via all’edizione 2019.

Condivi il post su:

IL COLORMOB A MONDRAGONE: UNA MANIFESTAZIONE DI SUCCESSO

Raffaele Carlino

agosto 28, 2019

94 visualizzazioni

MONDRAGONE (Anna Smimmo) – Piazza Conte a Mondragone invasa nella serata di sabato scorso da centinaia di persone festanti in occasione del COLORMOB 2019 promosso dall”Amministrazione comunale nell’ambito della programmazione degli eventi estivi.
“La manifestazione è stata un successo – dichiara la consigliera comunale Maria Rosaria Viola che unitamente all’assessore alla cultura Tina Lavino ed al Presidente del consiglio comunale Claudio Petrella, si sono fatti promotori di un evento che si svolge nelle principali mete turistiche in tutt’Italia, che unisce musica e colori, nel quale ci si ritrova per condividere momenti di musica e divertimento insieme ad amici, parenti e sconosciuti. Una serata di puro divertimento che abbiamo deciso di promuovere per far divertire soprattutto i ragazzi, che si è svolta in un clima gioioso e di festa – conclude la consigliera VIola.
“Nella splendida cornice del lungomare si sono ritrovati tantissimi giovani ma anche famiglie con figli che hanno voluto partecipare all’evento dipingendosi con diversi colori e lanciando nell’aria polveri colorate per esprimere la propria libertà e dare colore alla routine quotidiana ” – continua l”assessore Lavino.
“È così è stato – dichiara il presidente del consiglio Petrella – con tantissimi giovani ma anche più anziani che hanno ballato per tutta la sera e alzando in aria polveri colorate ogni 30 minuti, trasformando così la bellissima Piazza Conte in una esplosione di colori “.
Mondragone vestita a festa….di colori, per promuovere il lungomare ricco di stabilimenti balneari ed operatori commerciali. I ringraziamenti della consigliera Viola, dell’assessore Lavino e del presidente del consiglio Petrella a tutti coloro, polizia municipale, volontari, croce rossa, operatori commerciali, attori e spettatori, che con la loro partecipazione hanno consentito il successo del primo evento di Mondragone a Colori.

Condivi il post su: