MONDRAGONE- Mario Buonanno all’Hair World Cup 2019 di Parigi: l’in bocca al lupo del Sindaco e Lisbona

Raffaele Carlino

settembre 13, 2019

59 visualizzazioni

MONDRAGONE-(Anna Smimmo) – Il sedicenne mondragonese Mario Buonanno parteciperà, a partire da domani 14 settembre e fino a lunedì 16, all’Omc Hair World Cup 2019 di Parigi, il campionato del mondo di hair stilist. A renderlo noto è lo stesso giovane che questa mattina è stato ricevuto dal sindaco Virgilio Pacifico che si è complimentato per le “indubbie doti del giovane mondragonese, che rappresenterà in questa competizione così importante tutta la comunità cittadina, orgogliosa di lui”. Il giovane Buonanno è figlio d’arte: il padre Giuseppe Buonanno è un parrucchiere da uomo di Mondragone molto noto che per primo ha scoperto l’innato talento del figlio, il quale sin da piccolissimo riusciva a maneggiare spazzola e phon in maniera molto professionale. “Vorrei ringraziare tutta l’Anam nazionale – commenta il giovane Mario – diretta dal presidente Lino Fabiani, il centro Anam di Pescara diretto dal presidente Carmine Pagliacelli e tutti quelli che mi sono vicini per la mia partecipazione all’evento francese.” Insieme al giovane Bonanno, con il sindaco Virgilio Pacifico, anche il presidente dell’associazione acconciatori e Barbieri di Mondragone Claudio Lisbona.

Condivi il post su:

L’Ass.ne RIVIERA DOMITIA al Campidoglio: tra i premiati più illustri del mondo del sociale.

Raffaele Carlino

settembre 5, 2019

78 visualizzazioni

(Anna Smimmo)- L’Associazione RIVIERA DOMITIA-no profit- dopo essere stata ricevuta dalla Santa Sede del Vaticano da S.S. Papa Francesco Bergoglio nel 2015, alla Camera dei Deputati nel 2016 e dopo tantissimi riconoscimenti Internazionali di Merito dal 2013 al 2018, come ricordiamo al Maschio Angioino della meravigliosa città di Napoli il premio “UNIVERSITA’ FEDERICO II”, quest’anno, precisamente il 18 ottobre 2019, riceverà un “Premio di merito Internazionale” al Campidoglio di Roma, tra i premiati più illustri che si sono distinti nel sociale, indipendentemente dal settore.

“Questi riconoscimenti, penso che, fanno onore ai cittadini che la sostengono, ai Comuni che rappresenta (Castel Volturno, Cellole, Mondragone, Sessa Aurunca, Roccamonfina e Falciano del Massico), alla Provincia di Caserta e all’intera Regione Campania. Sono ben 10 anni, quasi 11, di tanto lavoro e di tanti sacrifici, in un territorio non facile da gestire, ma orgoglioso dei risultati raggiunti. Un Premio molto ambito il nostro, il “TROFEO VENERE SINUESSANA”, che mira soprattutto a premiare le qualità umanitarie, oltre che professionali, di una persona”– è quanto afferma orgogliosamente e con tanta felicità il Presidente dell’Ass.ne Riviera Domitia il Cavalier Vincenzo Buffardi.

Sicuramente vi terremo aggiornati al più presto per ulteriori notizie.

 

Condivi il post su:

CELLOLE- #TutticonFiocco, l’amore per gli animali supera la violenza.

Raffaele Carlino

settembre 3, 2019

64 visualizzazioni

CELLOLE- (Anna Smimmo)- “Fiocco, un cagnolino dolcissimo legato ad un albero per le zampe in piazza Raffaello”

Evento di una crudeltà e disumanità infinita, è accaduto ieri sera e si è appreso questa notizia attraverso le pagine facebook di Generazione Aurunca e della prima cittadina avv. Cristina Compasso:

“Fiocco, un dolcissimo esemplare di cane a chiazze bianche e nere, si aggira da anni tra le piazze e strade della nostra Cellole, tanto da esser ormai divenuto patrimonio di tutti noi. È talmente integrato nella nostra comunità che Manuel, un bimbo di 5 anni, lo ha ritratto ieri mattina in un disegno bellissimo presentato alla Mostra estemporanea di Pittura!
Qualche barbaro delinquente, annoiato dalla sua vita insulsa, ha mal pensato ieri sera di sottoporlo a tortura, legandolo per le zampe ad un albero in piazza Raffaello. Ringrazio la signora E.P. di avermi stamattina segnalato lo spiacevole accaduto. Da subito ho incaricato la Polizia Locale di visionare le immagini delle telecamere posizionate in piazza per poter risalire agli autori di questo barbaro e insano gesto di disumanità ed inciviltà.
Ma anche L’ OMERTÀ è condotta #colpevole e #complice!
Rassicuro tutti che Fiocco ora sta bene, grazie soprattutto alla sensibilità di chi ha denunciato.
Ricordo che il #maltrattamento di animali è #reato, previsto dall’art. 544-ter del codice penale ai sensi del quale:
“1. Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da 3 mesi a 18 mesi o con la multa da 5 000 euro a 30 000 euro.
2. La stessa pena si applica a chiunque somministra agli animali sostanze stupefacenti o vietate ovvero li sottopone a trattamenti che procurano un danno alla salute degli stessi.
3. La pena è aumentata della metà se dai fatti cui al primo comma deriva la morte dell’animale”-
è quanto afferma la sindaca Compasso.

Inoltre, si sta cercando di risalire ai “delinquenti” attraverso le telecamere e la Polizia locale sta facendo il proprio lavoro: si presuppone che siano ragazzacci allo stato brado ed insensibili. Nonostante tutto, Cellole è una cittadina in cui ci sono tantassime persone che subito si sono attivati per il meraviglioso Fiocco, fortunatamente la situazione termina nel miglior modo possibile e Fiocco è in buone condizioni di salute!

Come afferma saggiamente Ghandi “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”.

Condivi il post su:

CELLOLE- Il Countdown: -15 giorni al via alla IV edizione dei “Giochi dei Rioni”.

Raffaele Carlino

agosto 30, 2019

50 visualizzazioni

CELLOLE- (Anna Smimmo)- Un paese unito all’insegna dello sport, Cellole si prepara a scendere letteralmente in campo con la IV edizione dei “Giochi de Rioni”. Un evento più atteso dell’anno prenderà il via, in grande stile, il 15 e il 22 settembre 2019.  Ieri sera, 29 agosto, alle ore 20.30/21.00, Presso Piazza F.Compasso si è svolta la presentazione ufficiale dell’edizione 2019 dei suddetti giochi.

Il fascino di questi giochi, ormai diventati tradizione della cittadina cellolese, è il “puro divertimento e la sana competizione”– è quanto afferma la prima cittadina avv. Cristina Compasso- “dico sempre ciò che penso e con il cuore voglio ricordare, senza strumentalizzazioni politiche, Antonella Gallinaro, giovane madre e donna che ci ha lasciati, sindaco del Rione Freda-Aurunci. Invito ai più grandi e ai più piccini di vivere questa IV edizione all’insegna dell’aggregazione sociale, della gioia, del divertimento e soprattutto sana competizione. Passo la parola all’assessore allo sport e turismo Giovanni Di Meo che davvero sta facendo un gran bel lavoro per la città puntando su eventi di qualità”. Successivamente l’assessore Di Meo ribadisce quanto detto dalla sindaca Compasso.

L’evento organizzato dalla “Pro loco Città di Cellole”, nella persona di Angelo di Lorenzo, con il patrocinio del comune di Cellole, hanno offerto una serata musicale durante la quale gli amici di Aria Sud hanno allietato il pubblico per più di due ore con pizziche e tammurriate, facendo degustare una buonissima Sangria e deliziose pennette al sugo.

Inoltre, durante la serata, sono stati consegnati ai vari rioni (Rione Falco, Rione San Marco, Rione Lupoli e Rione Freda Aurunci) i nuovi Gonfaloni realizzati per tale edizione. Infine, tra le novità apportate in tale edizione vi è la possibilità di votare i giochi, coreografie più belle e varie manifestazioni con un “televoto” direttamente dal telefonino per rendere parte attiva l’intera popolazione cellolese.

Tanti i nuovi giochi subentrati e quelli oramai fissi nel programma delle due giornate. Ogni anno che passa le coreografie, i giochi, lo staff organizzativo sono rivolti all’innovazione, attraverso l’esperienza che man mano matura.

La città si tingerà dei colori dei 4 Rioni: del bianco-giallo (Rione Falco), del bianco-rosso (Rione Lupoli), del bianco-verde (Rione San Marco) e del bianco-azzurro ( Rione Freda Aurunci). L’organizzazione di questo evento vede i partecipanti per alcune settimane o mesi provare ad allenarsi e pertanto, “la vera Bellezza” è quella di intravedere per le vie della città i tanti giovani e anche adulti pieni di gioia, un lavoro che porta grande soddisfazione, emozione, la giusta carica per dare il via all’edizione 2019.

Condivi il post su:

IL COLORMOB A MONDRAGONE: UNA MANIFESTAZIONE DI SUCCESSO

Raffaele Carlino

agosto 28, 2019

66 visualizzazioni

MONDRAGONE (Anna Smimmo) – Piazza Conte a Mondragone invasa nella serata di sabato scorso da centinaia di persone festanti in occasione del COLORMOB 2019 promosso dall”Amministrazione comunale nell’ambito della programmazione degli eventi estivi.
“La manifestazione è stata un successo – dichiara la consigliera comunale Maria Rosaria Viola che unitamente all’assessore alla cultura Tina Lavino ed al Presidente del consiglio comunale Claudio Petrella, si sono fatti promotori di un evento che si svolge nelle principali mete turistiche in tutt’Italia, che unisce musica e colori, nel quale ci si ritrova per condividere momenti di musica e divertimento insieme ad amici, parenti e sconosciuti. Una serata di puro divertimento che abbiamo deciso di promuovere per far divertire soprattutto i ragazzi, che si è svolta in un clima gioioso e di festa – conclude la consigliera VIola.
“Nella splendida cornice del lungomare si sono ritrovati tantissimi giovani ma anche famiglie con figli che hanno voluto partecipare all’evento dipingendosi con diversi colori e lanciando nell’aria polveri colorate per esprimere la propria libertà e dare colore alla routine quotidiana ” – continua l”assessore Lavino.
“È così è stato – dichiara il presidente del consiglio Petrella – con tantissimi giovani ma anche più anziani che hanno ballato per tutta la sera e alzando in aria polveri colorate ogni 30 minuti, trasformando così la bellissima Piazza Conte in una esplosione di colori “.
Mondragone vestita a festa….di colori, per promuovere il lungomare ricco di stabilimenti balneari ed operatori commerciali. I ringraziamenti della consigliera Viola, dell’assessore Lavino e del presidente del consiglio Petrella a tutti coloro, polizia municipale, volontari, croce rossa, operatori commerciali, attori e spettatori, che con la loro partecipazione hanno consentito il successo del primo evento di Mondragone a Colori.

Condivi il post su:

MONDRAGONE- Pizza Festival-legalità, venerdi si parte con i maestri Sorbillo e Di Matteo.

Raffaele Carlino

agosto 27, 2019

141 visualizzazioni

MONDRAGONE-(Anna Smimmo) – La città di Mondragone si prepara ad ospitare il primo “Pizza Festival”. L’evento, organizzato dall’Associazione “Mondra Pizza” e patrocinato dall’Amministrazione comunale, si terrà in Piazza M. L. Conte dal 30 agosto al 1 settembre, con al centro la genuinità della pizza testimoniata da ospiti d’eccezione come il maestro pizzaiolo Luciano Sorbillo e lo chef narrante Emilio Pompeo, che inaugureranno la manifestazione alle ore 19:30 del 30 agosto, alla presenza del Sindaco Virgilio Pacifico e del Consigliere regionale Giovanni Zannini. Nella stessa serata avremo il concerto del noto musicista partenopeo Eddy Napoli con l’orchestra Luna Rossa. Il 31 agosto, alle ore 18:30, si svolgerà il Laboratorio “Mani in Pasta”-MasterChef Junior rivolto ai più piccoli, mentre a partire dalle 20:45 gli ospiti potranno gustare la pizza guardando la partita di serie A Juventus-Napoli, che verrà trasmessa in diretta durante la serata. Dopo la partita si terrà la presentazione ufficiale della squadra di calcio locale A.S.D Mondragone, che militerà nel campionato di eccellenza campana. Domenica 1° settembre, invece, si terrà la presentazione del libro “Diritto alla Pizza” dell’avvocato Angelo Pisani, insieme al maestro pizzaiolo Luciano Sorbillo e al magistrato Nicola Graziano. La serata di Domenica sarà allietata dalla musica del celebre artista napoletano James Senese. L’amministrazione comunale ha voluto sostenere questa pregevole iniziativa dei pizzaioli, offrendo loro anche la collaborazione costante dei consiglieri Titti Sciaudone e Sandro Rizzieri. “Sono diverse le aree a disposizione delle esigenze degli ospiti:un’area workshop per giornalisti e operatori, un’area Kids lab dedicata ai piccoli masterchef, un’area musica/intrattenimento e un’area food”. L’idea, per Rizzieri e Sciaudone, è quella di creare un “connubio tra gastronomia, cultura e legalità, che sarà al centro di una manifestazione inclusiva, solidale e aperta a tutti.” Durante la presentazione del libro “Diritto alla Pizza”, infatti, ci sarà un momento dedicato alla solidarietà verso tutte le pizzerie campane e tutte le attività in genere che hanno subito atti intimidatori dalle organizzazioni criminali. Questo sentimento di solidarietà verrà rappresentato al Maestro Pizzaiolo Salvatore Di Matteo, testimonial per noi della pizza della Legalità.
Tanto l’impegno degli amici di MondraPizza e di molti pizzaioli locali che– continuano i due consiglieri comunali – hanno saputo mettere in gioco le loro maestranze e hanno voluto dare un significato importante all’evento preannunciando che parte del ricavato sarà devoluto per la realizzazione di un parco giochi inclusivo.Il nostro auspicio – concludono – è anche quello di promuovere eventi a fine agosto/ inizio settembre, che possono diventare occasione per prolungare l’attività degli imprenditori turistici, la presenza dei vacanzieri ed acquisire valenza economica”.

Condivi il post su:

Mondragone- Ciaramella: “Vittima lotta tra vita e morte, assassino solo domiciliari. Vergognoso”

Raffaele Carlino

agosto 27, 2019

65 visualizzazioni

MONDRAGONE ( Anna Smimmo) – “Non è ammissibile che un uomo alla guida di una vettura priva di assicurazione e revisione, oltre che sotto l’effetto di cocaina, sia stato destinato, per iter legislativo, ai soli domiciliari mentre la vittima, di soli 8 anni, lotta tra la vita e la morte all’ospedale Santobono di Napoli”. E’ infuriato il responsabile della sede Aversa ed Agro aversano dell’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada Onlus, Biagio Ciaramella, per le misure adottate nei confronti del pirata della strada che, nella serata di sabato 24 agosto, ha travolto in pieno una bambina di nazionalità ucraina, nella località Pescopagano del comune di Mondragone.
E’ accaduto tutto in una frazione di secondo. La piccola stava camminando in strada con i genitori. Il 47enne, originario di Secondigliano, l’ha investita e non le ha prestato soccorso.
Successivamente si è andato a costituire presso la locale stazione dei carabinieri. Nei controlli di rito, l’uomo, attualmente sottoposto a fermo e destinato ai domiciliari, è risultato positivo alla cocaina ed è stato appurato che la sua vettura, al momento dell’accaduto, fosse priva di assicurazione e revisione. La bambina è in prognosi riservata, non è possibile operarla per le troppo lesioni riportate ed i medici stanno lavorando solo per stabilizzare le sue condizioni.
“Bisogna abolire i domiciliari per chi si macchia di reati di questo tipo. Devono aspettare l’esito del processo dalla galera”. E’ un fiume in pena Ciaramella, che sottolinea come “questo soggetto, oltre a tenere comportamenti poco consoni alla guida, non aveva pagato nemmeno l’assicurazione sulla vettura. Un fattore sempre più dilagante sia per i costi, ormai molto alti, sia a causa della cultura del non pagare”.
L’appello è alle forze dell’ordine: “Oggi non è difficile capire se le auto dispongano o meno della copertura assicurativa. Striscia la Notizia ha posto più volte l’accento su questo tema, mostrando anche come utilizzare i funzionali sistemi operativi. Spero che di questi ultimi, ne possano disporre tutti i componenti armati nel breve tempo”.
L’aversano è arrabbiato per un’interpretazione della legge troppo buonista: “Ritengo che la Giustizia italiana non stia ponendo la giusta attenzione sulla situazione originatasi. Probabilmente se i sistemi tecnologici fossero stati realmente utilizzati, la piccola starebbe ancora giocando con la sua famiglia. E’ una vergogna”.
Pugno chiuso anche da parte del presidente A.I.F.V.S. Onlus, Alberto Pallotti: “Questi animali vanno tolti dalla strada, è un dovere di tutti. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sappia che questo è il problema più grave cui dobbiamo far fronte su piano
nazionale. Ogni settimana registriamo nuovi casi. Non ci sono parole per descrivere la disperazione che stanno vivendo intere famiglie. Le loro vite sono cambiate solo perché qualcuno ritiene giusto comportarsi come delle bestie. Le nostre preghiere sono rivolte alla bambina – conclude-, affinché riesca a vincere questa battaglia”.

Condivi il post su:

Il Vaticano diventa “plastic free”, l’enciclica verde del Papa fonte di motivazione.

Raffaele Carlino

agosto 24, 2019

37 visualizzazioni

ROMA- (Anna Smimmo)- Lo Stato della Città del Vaticano avanza sulla strada della diminuzione del consumo di plastica e si prepara, entro fine anno, a diventare completamente ‘plastic free’. Ha infatti disposto lo stop alla vendita della plastica monouso.

I responsabili del Servizio Giardini e Nettezza urbana hanno già dato lo stop alla vendita della plastica monouso quindi, quando presumibilmente entro l’anno tutte le scorte saranno esaurite, sarà completamente ‘plastic free’ . Il Vaticano, inoltre, ha raggiunto un alto grado di riciclo: il 55% dei rifiuti viene infatti differenziato, con l’obiettivo di arrivare al 70-75% in tre anni.

“Il mondo dei rifiuti si suddivide in due grosse categorie, quella dei rifiuti urbani e quella dei rifiuti speciali, pericolosi o non pericolosi. Nel 2016 è stata creata un’isola ecologica, l’eco-centro, dove vanno tutti i rifiuti speciali. Aveva comunque dei limiti, nel 2018 l’abbiamo ristrutturata e rafforzata, ed ora siamo in grado di gestire circa 85 codici Cer, che sono i codici di rifiuti Ue. In questi primi sei mesi siamo riusciti a portare la quota parte di indifferenziato al 2%, quindi un 98% di differenziato”. Dichiara Rafael Ignacio Tornini, il responsabile del Servizio Giardini e Nettezza urbana.

Tornini ammette che è stato necessario un grande lavoro per cambiare la “mentalità”: “abbiamo fatto anche dei corsi al personale che gestisce il rifiuto speciale”. Il segreto – conclude – è stato prendere “a cuore la linea del Santo Padre sulla Laudato sì, la Casa comune va salvaguardata e se non siamo noi i primi…”.

Condivi il post su:

A Taizé incontro di dialogo e amicizia tra giovani musulmani e cristiani.

Raffaele Carlino

agosto 23, 2019

32 visualizzazioni

Taizè- (Anna Smimmo)- Tre giorni all’insegna dell’amicizia per musulmani e cristiani tra i 18 e i 35 anni, che si incontrano dal giorno 22 a domenica 25 agosto per ragionare insieme sul “Documento sulla fratellanza” firmato ad Abu Dhabi, sul tema dell’ospitalità e su esperienze di dialogo e amicizia già esistenti.

I giovani musulmani potranno pregare in una stanza allestita apposta per loro. Sarà possibile a tutti prendere parte alle preghiere dei fratelli della Comunità di Taizé, composte essenzialmente da canti meditativi, la maggior parte dei quali sono versetti biblici. Ciascuno può sentirsi libero di cantare o meno. Ai cristiani sarà possibile assistere alle preghiere dei musulmani.

Lo scopo della settimana è quello di permettere a giovani adulti della stessa età di incontrarsi e discutere il loro futuro visto alla luce della fede ma soprattutto nell’andare a sensibilizzare la libertà di credo e del rispetto di qualsiasi religione esistente al mondo.

Condivi il post su:

CELLOLE- Antichi sapori, successo per “la 46^ edizione della Sagra dei Fagioli”.

Raffaele Carlino

agosto 16, 2019

45 visualizzazioni

CELLOLE- (Anna Smimmo)- Si è tenuta ieri, 15 agosto 2019, “la 46^ Sagra dei Fagioli”, uno degli eventi più attesi e amati dell’estate Cellolese e che da anni monopolizza il calendario di buongustai e turisti nella graziosa cittadina.

Il punto di partenza della sagra è sicuramente l’enogastronomia. Il lavoro è stato del tutto realizzato sotto il tendone nello spazio antistante la Chiesa di San Marco e San Vito; un lavoro di grande armonia e atto di amore verso le proprie tradizioni. Tutto “ispirato” al fagiolo e al fascino semplice e genuino di un prodotto tipico della Terra Aurunca. Un appuntamento sicuramente di richiamo per un turismo enogastronomico di qualità.

“Un popolo senza tradizioni è un popolo senza identità, senza storia e senza anima. Conservare nel tempo i riti che furono dei nostri avi significa rispettare i loro sacrifici e viverli anche in loro onore e memoria. Una serata meravigliosa ricca di colori, musica, gioia condivisa e sorrisi. Un pensiero va a chi amava tanto questi momenti e che purtroppo non è più tra di noi ma solo fisicamante. Grazie ad Armando Calenzo per la sua maestria e ad Alfredo Miosotis per la minuziosa organizzazione. Un ringraziamento va ai volontari, uomini e donne, che hanno lavorato senza sosta con passione, cucinando per giorni. Ai Cellolesi e agli ospiti accorsi numerosissimi da ogni parte per gustare i nostri buonissimi fagioli cannellini! Un plauso all’Ass. al Turismo Giovanni Di Meo per il risultato ottenuto oltre ogni aspettativa”– è quanto afferma la sindaca avv. Cristina Compasso sulla sua pagina facebook.

Condivi il post su: