Covid-19, l’Ass.ne Riviera Domitia dona mascherine e augura buona Pasqua.

Raffaele Carlino

aprile 11, 2020

229 visualizzazioni

MONDRAGONE- (Anna Smimmo)- Nell’augurare una buona Pasqua a tutti, l’Ass.ne Riviera Domitia, presieduta dal Cavalier Vincenzo Buffardi e direttivo, ancora una volta è al fianco dei cittadini e delle persone più bisognose donando mascherine. Una solidarietà attiva e partecipata, andando a superare questa fase storica così difficile. Un piccolo gesto (come tanti altri: borse di studio, buono spesa e carte prepagate) che rafforzerà ulteriormente i legami solidali. E’ proprio infatti nei momenti più drammatici che la solidarietà e l’unione devono diventare protagoniste della comune rinascita.

Per chi avesse bisogno di mascherine contattare il commercialista Isidoro Palma 347/8395547 o recarsi direttamente allo studio in Via Fiumara 13, Mondragone.

 

Condivi il post su:

Virus, l’Antica Distilleria Petrone dona uova di Pasqua ai bambini. “Regalare un sorriso di dolcezza”.

Raffaele Carlino

aprile 9, 2020

1234 visualizzazioni

MONDRAGONE-(Anna Smimmo)- Ancora gesti di generosità e solidarietà da parte di aziende campane in questa difficile Emergenza Coronavirus. Parliamo dell’azienda L’Antica Distilleria Petrone, nella persona di Andrea Petrone, la quale ha omaggiato nella giornata di oggi, 9 aprile, 100 kg di dolciumi: cioccolato, ovetti e uova lindt e caffater. Le uova di cioccolato sono state consegnate alla Caritas della Diocesi di Sessa Aurunca, che sta già provvedendo a distribuirle, guidata dal Vescovo Mons. Orazio Francesco Piazza e con l’aiuto di Don Osvaldo Morelli della chiesa di San Rufino di Mondragone.

Le Uova di Pasqua vogliono quindi essere un omaggio ai bambini che appartengono alle famiglie più bisognose per condividere e diffondere un pensiero di festa e di rinascita in ciascuno e quindi per cercare di alleviare, un minimo, il difficile momento che stanno vivendo anche i bambini costretti a stare in casa. “Regalare un sorriso di dolcezza in tutte le case delle persone in difficoltà in questo momento drammatico non solo storico ma sociale ed economico. La nostra attività da codice ateco avrebbe potuto essere aperta ma abbiamo deciso di chiudere per fare un gesto di solidarietà verso gli altri commercianti e di etica verso il nostro amato territorio”– è quanto afferma Andrea Petrone.

Condivi il post su:

A MONDRAGONE PER LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO

Raffaele Carlino

febbraio 12, 2020

343 visualizzazioni

MONDRAGONE-(Anna Smimmo)- Sabato prossimo 15 febbraio, alle ore 18.30, avrà luogo presso la Sala Conferenze ‘Mario Pacifico’ del Museo Civico Archeologico di Mondragone ‘B. Greco’, la tavola rotonda sul Patrimonio di Conoscenza 2019 dal titolo “La Valorizzazione del Territorio”. Uno dei tanti incontri, già svolti nel mese di dicembre, sui temi centrali della cittadina mondragonese: l’archeologia, l’antropologia e la valorizzazione delle Eccellenze del territorio, andando ad analizzare le potenzialità territoriali, in presenza del primo cittadino Virgilio Pacifico, l’Assessore alla cultura Tina Lavino e il consigliere regionale Campania Giovanni Zannini. Tanti relatori prenderanno parola durante l’incontro in cui si tenderà a promuovere a 360 gradi la cultura e le Eccellenze:
-La soprintendenza Archeologica belle Arti e paesaggio per le province di Caserta e Benevento, dott. Mario Pagano;
-il responsabile Soprintenza Archeologica di Mondragone, dott.ssa Antonella Tomeo;
-il direttore Museo Biagio Greco di Mondragone, dott. Luigi Crimaco.
                                                           
              In foto (1) il Sindaco  di Mondragone Virgilio Pacifico e in foto 2 l’assessore alla Cultura Tina Lavino
Incontro moderato dalla dott.ssa Marianna Musella, direttrice del Laboratorio Restauro Museo Civico “B. Greco” di Mondragone. Infine, la serata terminerà con la cerimonia di chiusura e di premiazioni varie come indicato nella locandina.

                                                                                        

Condivi il post su:

Successo per l’artista Alessia Moio al Teatro Bolivar con “‘A Voce ‘e Napule”.

Raffaele Carlino

febbraio 4, 2020

387 visualizzazioni

NAPOLI- (Anna Smimmo)- Seguendo la sua indole canora e artistica e gli impulsi suggeriti da una voce dal cuore antico, Alessia Moio, la popolare cantante napoletana, domenica scorsa, 2 febbraio alle ore 18.30, è andata in scena al Teatro Bolivar di Materdei con il suo apprezzato spettacolo “’A Voce ‘e Napule”: spettacolo prodotto e diretto dall’artista Moio e con la regia di Ciro Ridolfini e le scenografie di Bruno De Luca.
Intrigante interprete  di canzoni d’autore e di tanti momenti di teatro, con una voce capace di riportare alla mente  le grandi interpreti di ieri,  Alessia giungerà nello storicizzato spazio di Materdei per offrire al pubblico l’essenza di quella Napoli che da sempre porta nell’anima.

Un lavoro quello di Alessio Moio con una ricerca, una costruzione e una regia del grande Ciro Ridolfini che è stato capace di unire la nuova e la vecchia tradizione della melodia e della cultura partenopea miscelando insieme, tra ricerca e approfondimenti, la grande epopea di personaggi come Antonio Petito e il suo Pulcinella, Nicola Maldacea, Armando Gill, Raffaele Viviani, Totò, Ettore Petrolini, Matilde Serao e Nino Taranto; un’artista, Alessia Moio, che ha recentemente ottenuto persino i plausi della “Fondazione Taranto”.

Un concerto spettacolo dove è stato possibile provare le forti sensazioni della canzone antica napoletana e le esaltanti  emozioni dei mitici “Varietà” e “Cafè Chantant”.

Dal servizio televisivo di Campaniafelix.tv (canali 613, 694,210 del dgt) è stato possibile conoscere in diretta gli artisti, il regista e tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita dello spettacolo. “Alessia Moio è un’eccellenza italiana del canto, molto fornita come scienza musicale, laureata al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e quindi ne sa di musica! Un’eccellenza che deve affermarsi e che merita quella notorietà, un diritto vero e proprio per questa straordinaria attrice. Inizialmente non volevo ma, in seguito, lei mi ha convinto e mi sono entusiasmato. Mi sono dato da fare per dare vita ad una ricerca sulla città di Napoli- ” ‘A Voce ‘E Napule”: la voce di Napoli siamo tutti noi, è l’intero popolo…”- è quanto afferma il regista Ciro Ridolfini ( è possibile visualizzare l’intera intervista sul sito Campaniafelix.tv e alleghiamo in calce il servizio televisivo).

“Tante le repliche di questo spettacolo con la regia di Ciro Ridolfini, uno spettacolo straordinario, un excursus storico-musicale nella canzone di Napoli. Tante le persone a questo spettacolo: sono grintosa e ho tanta fede! Evviva l’arte, Evviva la Canzone di Napoli”– è quanto dichiara alle telecamere l’artista e attrice Alessia Moio (intervista completa nel servizio televisivo).

Il pubblico è rimasto entusiasto per aver assistito ad uno spettacolo “innovativo” nel quale emerge in tutto il suo splendore la luce della città di Napoli che ha sempre conquistato il mondo.

 

Interviste di Armando De Rosa

Servizio televisivo di Francesco Topo.

 

 

Alessia Moio in : "Roba Seria" ..monologo di Ettore Petrolini

Ecco un'altra interpretazione mia personale…uno studio forte e passionale è stato affrontato per Ettore Petrolini …maschera potentissima ..dissacratore …sconquassatore …maschera puro sangue italiana che io ho voluto fortemente proporre a voi tutti amici di Megaride…. un Petrolini partenopeo ..perché legato da una grande amicizia con Raffaele Viviani ❤Signori per la prima volta interpretato da una donna ecco a voi : ROBA SERIA …direi Serissima 😅Buon ascolto 🌹

Gepostet von Alessia Moio am Montag, 3. Februar 2020

Condivi il post su:

MONDRAGONE- CULTURA: FOIBE, L’ESODO: IL 10 FEBBARIO, GIORNATA DEL RICORDO.

Raffaele Carlino

febbraio 1, 2020

377 visualizzazioni

MONDRAGONE-(Anna Smimmo)- Si chiamano i “figli del dopo”, sono loro oggi ad essere i principali custodi della memoria e col tempo lo saranno sempre di più. Stiamo parlando dei figli delle vittime della Shoah, dei sopravvissuti ai campi di concentramento e sterminio che hanno visto l’inferno sulla terra e che oggi, ad anni di distanza e oltre, stanno naturalmente scomparendo. Come sempre la domanda é: “quando i testimoni dell’orrore nazista non ci saranno più, chi tramanderà la memoria?”
E questo sarà il compito di ognuno di noi. L’amministrazione comunale di Mondragone, capeggiata dal sindaco Virgilio Pacifico, a cura dell’assessorato alla Cultura, nella persona della dott.ssa Tina Lavino e con la stretta collaborazione della consigliera Mariarosaria Viola e degli uffici, il giorno 10 febbraio 2020 alle ore 10.00, presso la Sala Conferenze “Mario Pacifico”, presenteranno la testimonianza di Sami Modiano (deportato ebreo, superstite dell’olocausto e sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau) assieme all’ass.ne ‘Figli della Shoah’ in diretta on line del corriere della sera e in seguito seguirà il dibattito con il dott. Roberto Mazzoli, nonché autore del libro “Siamo qui, Siamo vivi”.
Inoltre sarà possibile visitare le mostre “Foibe-l’esodo”, già in esposizione dal 20 gennaio fino al 14 febbraio 2020, tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00, presso Palazzo Bencivenga-Via della Rifiorita n.2.
Ingresso libero, un appuntamento da non perdere.

Condivi il post su:

CELLOLE, CORSI ANCHE SERALI ALL’ISTITUTO ALBERGHIERO DEL MARE.

Raffaele Carlino

gennaio 29, 2020

359 visualizzazioni

CELLOLE- (Anna Smimmo)-Vuoi completare gli studi? Vuoi rimetterti in gioco?
Si informa l’utenza che è possibile effettuare le iscrizioni ai corsi diurni e serali di ENOGASTRONOMIA e OSPITALITA’ ALBERGHIERA, anche direttamente in sede presso Istituto Alberghiero del Mare di Cellole, precisamente:
– mercoledi 29 dalle ore 8 alle ore 14:30
– giovedi 30 dalle ore 8 alle ore 14.30
– venerdì 31 dalle ore 8 alle ore 14:00
Il Termine per le iscrizioni sarà il giorno 31 gennaio 2020.
Un nuovo corso, quello serale, per l’anno scolastico 2020/2021, rivolto:
– ad adulti che abbiano 18^anno di età, in possesso del diploma di licenza media;
– per quanti, per diversi motivi, hanno abbandonato gli studi e vogliono ricominciare (se 23enni anche senza diploma di licenza media);
– per coloro che possiedono già un diploma o che abbiano interrotto un precedente corso di studio.
                                         

Condivi il post su:

Il Sindaco Pacifico: Mondragone ricorda oggi e sempre tutte le vittime dell’Olocausto

Raffaele Carlino

gennaio 27, 2020

222 visualizzazioni

MONDRAGONE- (Anna Smimmo)- “Il ricordo e la memoria delle vittime dell’Olocausto rappresentano un dovere civico e morale per tutte le istituzioni. L’atrocità di quegli anni non può e non deve essere dimenticata: il nostro dovere è quello di tramandare il ricordo delle vittime e il sacrificio di quanti si batterono per la libertà, affinché mai più l’umanità possa conoscere pagine così macabre. Mondragone, medaglia d’oro al Merito Civile, ricorda oggi e sempre tutte le vittime dell’Olocausto.”
Sono le parole del Sindaco Virgilio Pacifico in occasione della giornata della Memoria 2020.

Condivi il post su:

“EDUCAZIONE ALLE RELAZIONI” ALL’I.C. “P. MATTEJ” DI FORMIA.

Raffaele Carlino

gennaio 27, 2020

256 visualizzazioni

FORMIA-(Anna Smimmo)- Riceviamo e pubblichiamo tale notizia dalla dott.ssa Rossella Cappabianca, sociologa e mediatore familiare.

“Nel partecipare ai preparativi dell’open day e alle diverse iniziative di solidarietà sociale realizzate nei vari plessi (M. Polo, G. Rodari e I. Calvino) dell’I.C. “P. Mattej” di Formia (LT), emerge il ruolo non solo educativo ma anche e soprattutto sociale della scuola nel processo di crescita del bambino. La riflessione sociologica è sugli effetti sempre più dispersivi di una “società fluida” basata sull’assenza e la fragilità delle relazioni, sul consumismo, sulla mancanza di rispetto verso l’ambiente che ci circonda. Il ruolo del sociologo è quello di osservatore dei comportamenti sociali e vivere sul campo la dedizione con cui ogni insegnante “getta un seme” per accrescere le competenze socio-relazionali di ogni bambino: trasforma la scuola in una sorta di “limbo” in cui ancora è possibile mantenere l’autenticità delle relazioni umane. La funzione dell’insegnante rimane ancora un importante punto di riferimento per abbattere schemi comportamentali che evidenziano un crescente individualismo.

È a scuola che si realizza il processo di socializzazione secondaria del bambino, più di qualsiasi altro contesto. Qui i bambini riversano tutto il proprio vissuto familiare e socio- relazionale, manifestando i primi punti di “forza” o di “debolezza”. Il contesto scolastico, nonostante abbia subito dei cambiamenti in conseguenza dei più ampi mutamenti sociali, rimane centrale nella realizzazione di quello che sarà il “progetto di vita” del bambino da adulto, per una sua effettiva integrazione sociale, familiare ed educativa a maggior ragione se affetto da una forma di disabilità, fisica, psichica e/o socio-relazionale.

Questo è il principio che muove le azioni attuate dall’I.C. “P. Mattej” di Formia, grazie alla particolare sensibilità del Dirigente Scolastico Teresa Assaiante, verso tutte le situazioni o le diverse forme di “disagio”, al fine di garantire un’efficace applicazione del concetto di “inclusione scolastica” nei propri istituti e realizzare progetti per una scuola che non sia solo trasmissione di “sapere” ma anche luogo di “educazione alle relazioni”. Insegnare ad ogni bambino il valore della solidarietà sociale, con iniziative come “telethon a scuola” e il rispetto in classe di tutti i compagni, far vedere ad un bambino il valore di un albero e piantarne uno nella propria scuola, attivare azioni come “l’albero della solidarietà” offrendo doni ai bambini delle case famiglie dei territori limitrofi, significa apertura e imparare il rispetto dell’altro. Realizzare un open day dove i bambini accolgono altri bambini e insegnano loro a fare delle cose, significa integrazione sociale.

Per questo motivo, va fatto un plauso a tutte le insegnanti dell’istituto comprensivo “P. Mattej” e a queste iniziative vissute con loro, che richiamano alla preziosità ancora solida del ruolo dell’insegnante e a quanto la “società infantile” rappresenti per “la società adulta” una risorsa.”

 

Condivi il post su:

BruNapoli, il libro sulla napoletanità di Bruno Marra: domani la presentazione allo Stefanelli di Mondragone

Raffaele Carlino

gennaio 21, 2020

153 visualizzazioni

(Anna Smimmo)- Domattina, mercoledì 22 gennaio, alle ore 11,15, presso l’I.S.I.S.S Nicola Stefanelli di Mondragone, si terrà la presentazione del libro BruNapoli di Bruno Marra, giornalista e addetto stampa del calcio Napoli. Il libro è un viaggio nell’essenza della “napoletanità” e dei suoi principali luoghi e personaggi: dal San Paolo a Maradona, passando per Eduardo De Filippo, Pino Daniele e Totò. Prenderanno parte alla presentazione, oltre all’autore, il giornalista Antonello Auletta, il Sindaco della Città di Mondragone Virgilio Pacifico e il Dirigente Scolastico Giulia Di Lorenzo. A moderare l’incontro il giornalista Salvatore Di Rienzo.

Condivi il post su:

MONDRAGONE- “SKETCHES ALLA ROMANA”: MANIFESTAZIONE TEATRALE ITINERANTE

Raffaele Carlino

gennaio 13, 2020

163 visualizzazioni

Mondragone-(Anna Smimmo)- Si svolgerà sabato prossimo, 18 gennaio 2020 a partire dalle ore 18.30, una manifestazione teatrale “itinerante” con partenza del corteo in abiti d’epoca da Piazza Umberto I e con spettacolo finale presso il Museo Civico Archeologico “Biagio Greco”. Una manifestazione teatrale a cura di Terra del Falerno e parte del progetto “PATRIMONIO DI CONOSCENZA 2019, INCONTRI…AL MUSEO”. Un’iniziativa promossa dall’impegno costante del comune di Mondragone, capeggiata dal Sindaco dottor Virgilio Pacifico e l’assessore alla Cultura e all’Istruzione dott.ssa Tina Lavino, andando ad evidenziare il forte legame storico presente nella città mondragonese e tramandando le proprie tradizioni alle future generazioni.

Ingresso libero, non mancate!

Condivi il post su: