CELLOLE: Conferita la Cittadinanza Onoraria all’On. Sergio Costa.

0
234

Prosegue il percorso intrapreso dal Comune di Cellole nel conferire la Cittadinanza Onoraria alle persone che si sono particolarmente distinte per il loro impegno in favore della legalità sul territorio.

Dopo i magistrati Catello Maresca (nel 2021) e Giovanni Conzo (nel 2022), quest’anno la scelta del Sindaco Guido Di Leone e dell’intero Consiglio comunale ha riguardato il Vicepresidente della Camera dei Deputati, Onorevole Generale Sergio Costa. La consegna dell’importante riconoscimento è avvenuta nel corso di un’apposita cerimonia, che ha avuto luogo venerdì 13 ottobre 2023 nell’Aula Consiliare del

Municipio, alla presenza del Prefetto di Caserta, Dott. Giuseppe Castaldo.

Nel corso del discorso introduttivo, il Sindaco Di Leone, dopo i saluti istituzionali di rito,ha evidenziato come l’evento rappresenti per la Città di Cellole “un giorno speciale”, che “lascia un segno nel territorio”

, configurandosi in un “momento di riflessione e sensibilizzazione comune per tutti, in particolare per i giovani”.

Il Prefetto Castaldo, dal canto suo, nel salutare tutte le Autorità presenti ed esprimere il proprio riconoscimento al Comune di Cellole per la lodevole iniziativa, ha espresso il suo vivo apprezzamento all’Onorevole Costa per il costante impegno profuso nella cosiddetta “Terra dei fuochi”, prima come Ufficiale dei Carabinieri Forestali e successivamente in qualità di Ministro dell’Ambiente. Anche il Parroco di Cellole, Don Lorenzo Langella, Vicario Episcopale della Legalità per la Diocesi di Sessa Aurunca, ha avuto parole di lode per il “neo cittadino” cellolese, citando al riguardo alcuni passaggi sulla salvaguardia del Creato tratti dalla recente esortazione apostolica sulla crisi climatica “Laudate Deum” pubblicata da Papa Francesco.

Nel riprendere la parola, il Sindaco Di Leone ha illustrato un excursus sulle attività poste in essere dall’attuale Amministrazione comunale per la bonifica ambientale e per il contrasto allo sversamento illecito dei rifiuti. Ha tenuto a precisare la portata sociale di tale problematica e la necessità di coinvolgere e sensibilizzare sull’argomento bambini, giovani e le famiglie di tutto il territorio.

L’Onorevole Costa, visibilmente emozionato nel ricevere dalle mani del Sindaco la chiave della città, ha ringraziato tutti i cellolesi per la “splendida accoglienza che parla alle corde del cuore”. Ha rimarcato i ricordi splendidi che lo legano al nostro territorio,per le cui esigenze si farà promotore nell’ambito dei suoi impegni parlamentari. Il lavoro svolto nel portare alla luce il caso della “Terra dei fuochi” è stato soprattutto il

tentativo di dare giustizia alle persone che sono morte o si sono ammalate in conseguenza al maltrattamento della terra”..

Nato a Napoli e laureato in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi “Federico II”,il Generale Costa ha iniziato la propria carriera professionale nel Corpo Forestale dello Stato. Ha ricoperto vari incarichi di comando in Campania e in Basilicata, anche dopo la riforma che ha visto il transito del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri, svolgendo, tra l’altro, importanti attività investigative per il contrasto alle

ecomafie. È stato Ministro dell’Ambiente nei Governi Conte I e Conte II.Per restare nel tema, nel momento in cui si sta scrivendo il Ministero dell’Interno ha reso noto che l’attività di contrasto allo smaltimento illecito dei rifiuti e la prevenzione dei roghi da parte delle Forze dell’Ordine – coadiuvate dall’Esercito Italiano – è sempre

più intensa. In particolare, nelle ultime settimane le operazioni si sono focalizzate soprattutto nelle province di Napoli e Caserta. I controlli effettuati tra il mese di settembre e l’inizio di ottobre, hanno fatto emergere violazioni amministrative per un importo pari a un milione e cinquecentomila euro.

(Cav. Salvatore Gentile)