DOPO 11 ANNI RITROVA LA CHITARRA RUBATA.  ERA STATA MESSA IN VENDITA SU DUE NOTI PORTALI DEDICATI AGLI ANNUNCI PER VENDITE E ACQUISTI ONLINE. I CARABINIERI DENUNCIANO L’INSERZIONISTA PER RICETTAZIONE.

0
129

Comando Provinciale Carabinieri di Caserta

Sala Stampa

E’ accaduto ad un 63enne dirigente d’azienda di Santa Maria a Vico. L’uomo, appassionato di musica, lo scorso 24 marzo, mentre guardava gli annunci sul portale “subito.it” si è accorto che era stata posta in vendita, al prezzo di 2.200 euro, una chitarra marca IBANEZ, modello GB10 N, identica a quella che gli era stata rubata, con altre 8 chitarre, nel lontano 2012 a seguito di furto in appartamento.

Nell’osservare l’annuncio con maggiore attenzione si è accorto che la matricola impressa sulla paletta della chitarra era perfettamente corrispondente a quella rubatagli a seguito del citato furto in appartamento.

La stessa inserzione l’aveva riscontrata anche su “mercatinomusicale.com”, altro portale di acquisti e vendite online.

Si è quindi recato presso gli uffici della Stazione Carabinieri di Santa Maria a Vico raccontando quanto accaduto.

Acquisita la denuncia i militari dell’Arma sono risaliti all’inserzionista, un 71enne di Rieti, anch’egli appassionato di musica, che, sentito dai carabinieri della Stazione di Rieti ha confermato di essere stato proprio lui a pubblicare l’inserzione per la vendita della chitarra.

A specifica domanda dei militari dell’Arma di Rieti l’uomo ha riferito di averla acquistata, circa un anno e mezzo fa, al prezzo di 1.500,00 euro, da un privato di Roma con il quale si era incontrato a Fiano Romano per il ritiro.

Non avendo esibito alcun documento che attestasse la legittima provenienza dello strumento musicale, il 71enne è stato denunciato per ricettazione.