Lavanga annuncia querela sul caso Lidl

Raffaele Carlino

gennaio 26, 2020

235 visualizzazioni

(Anna Smimmo)- Sul caso Lidl Lavanga annuncia querela: “ho chiesto al responsabile dell’utc di MONDRAGONE, SALVATORE CATANZANO,  di recarsi già domattina dai carabinieri per querelare il contenuto di un post sconclusionato (uno dei tanti invero) comparso su FB per mano di una concittadina che non perde occasione per lanciare falsi allarmi e fare sfoggio della sua totale ignoranza (nel senso letterale della parola) degli atti (in primis la reale motivazione del diniego) e della procedura amministrativa che ha condotto al diniego da parte dell’utc alla autorizzazione urbanistica richiesta da Lidl.  Nel post, tra l’altro, si legge “mi incazzo seriamente quando approssimativamente si giustifica il no all’apertura della Lidl con la volontà di tutelare i piccoli esercizi comunali. Voglio sapere adesso quante puteche ci sono a Mondragone. Quante. Ma la finiamo di dure stupidaggini? Sappiamo tutti cosa si nasconde dietro quel diniego”.  Ebbene ci sembra doveroso che la tizia in questione debba venire a rispondere in tribunale di questa affermazione falsa e diffamatoria circa l’operato dell’utc. Venga a spiegare – visto che afferma di saperlo – quali sarebbero le reali ragioni del diniego e quali sarebbero gli interessi tutelati. La portata diffamatoria del commento appare chiara se si considera che l’Utc ha posto autonomamente a fondamento del diniego dell’autorizzazione una motivazione tecnica ben diversa dalle farneticazioni di cui si è detto, motivazione che sarà vagliata presto dal Tar il cui responso sarà in ogni caso rispettato dagli uffici. Ho chiesto al Dott CATANZANO di querelare qualsivoglia ulteriore commento su post o testate on LINE avente parimenti contenuto diffamatorio soprattutto laddove, taluno, ha inteso veicolare la suggestione che dietro tale decisione ci sia stata una volontà politica . Lidl e qualunque altra multinazionale sono le benvenute a Mondragone purché nel rispetto della legge e della regola urbanistica vigente.”
E’ quanto dichiara il vice Sindaco Francesco Lavanga.

Condivi il post su: