Maurizio De Giovanni, Oliviero, Fiola e il comitato per la salvaguardia della lingua napoletana.

Vincenzo Buffardi

gennaio 29, 2021

237 visualizzazioni

(Anna Smimmo) – L’autore di “Mina Settembre” e il “Commissario Ricciardi” in consiglio regionale accolto da Oliviero e Fiola. “Il napoletano è una lingua, non un dialetto”.  A tutela di ciò il Comitato tecnico-scientifico per la salvaguardia e la tutela del patrimonio linguistico napoletano, è stato accolto questa mattina dal Presidente del Consiglio Regionale Gennaro Oliviero e della presidente della commissione consiliare permanente per l’istruzione, la cultura e la ricerca scientifica Bruna Fiola.

Un comitato istituito l’8 luglio del 2019 con decreto del Presidente del Consiglio Regionale è presieduto dallo scrittore, sceneggiatore e drammaturgo partenopeo Maurizio De Giovanni, autore dei romanzi che in questi giorni hanno ispirato le due fiction in onda su Rai Uno, “Mina Settembre” ed il “Commissario Ricciardi”. Erano presenti con De Giovanni i componenti del Comitato: il professore Nicola De Blasi, il dottor Armando De Rosa, la professoressa Rita Librandi, il professore Francesco Montuori e il professore Umberto Franzese. 

Il comitato ha il compito di promuovere iniziative di studio e ricerca sulla salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio linguistico napoletano, oltre che curare la diffusione e la pubblicazione dei risultati attraverso un rapporto annuale sullo stato di attuazione dei programmi e progetti regionali in materia. 

“La cultura in questa regione si sviluppa e cresce senza bisogno di essere coltivata – ha dichiarato lo scrittore De Giovanni – la lingua napoletana è viva in tutte le sue forme e viene sviluppata costantemente attraverso nuovi generi di arte. Il comitato è espressione della nuova cura della lingua napoletana, questa legge regionale istitutiva del Comitato è importantissima ed è arrivata dopo decenni di tentativi di proporre questi argomenti e pertanto rappresenta il simbolo del cambiamento”

La presidente della commissione Cultura Fiola ha assicurato il sostegno del consiglio regionale al comitato ed ha evidenziato: “credo fortemente nel rilancio della Regione Campania attraverso la cultura”. 

Il presidente del Consiglio egionale Oliviero ha portato i saluti del presidente della regione Campania Vincenzo De Luca. Ha poi ringraziato il Comitato per il lavoro che svolge ed ha assicurato il supporto del Consiglio Regionale: “sosterremo tutte le iniziative possibili per rinforzare, nei fatti, la cultura napoletana e campana che ha bisogno di essere rilanciata per il suo importantissimo valore istruttivo. Questa legge regionale e l’incontro di questa mattina, rappresentano il nuovo punto di partenza di una Campania leader della cultura nel mondo. Esempio lampante, la nomina di Procida a capitale della cultura”. 

 

Condivi il post su: