SANTA MARIA A VICO (CE). SORPRESO MENTRE RUBA DISPOSITIVI ELETTRONICI RIPETITORI DA UN ANTENNA DI TELEFONIA MOBILE. QUARANTACINQUENNE ARRESTATO DAI CARABINIERI.

0
111

Erano circa le 13.00 di oggi quando il centro di Santa Maria a Vico è stato colpito dal temporaneo blackout della rete telefonica mobile di una nota società del settore. Il disservizio non era sicuramente da attribuire alla stessa, ma al furto in atto presso l’antenna ripetitrice installata in Loc. Monticello, dove i carabinieri della Compagnia di Maddaloni (CE), allertati dalla locale Centrale Operativa, sono prontamente intervenuti.

I militari dell’Arma, sopraggiunti con due autoradio, dopo aver constatato l’effrazione della recinsione di protezione, hanno sorpreso ai piedi dell’antenna una persona che, con l’ausilio di utensili da elettricista, stava smontando le unità remote di radiofrequenza, caricandole sulla sua autovettura.

L’uomo, un quarantacinquenne napoletano, è stato subito bloccato ed identificato. Sulla propria auto aveva già caricato 10 unità remote, meglio conosciute come moduli ZTE, fondamentali per garantire la trasmissione di fonia e dati, del valore di oltre 20.000 euro.

Il materiale recuperato è stato riconsegnato ai tecnici della società fornitrice del servizio, i quali hanno potuto subito iniziare il ripristino dei collegamenti.

L’arrestato è stato trattenuto presso le camere di sicurezza dell’Arma, a disposizione della competente autorità giudiziaria.