VILLA LITERNO (CE). NIGERIANA AGGREDISCE CON UNA BOTTIGLIA DUE PERSONE E SI SCAGLIA CONTRO I CARABINIERI. ARRESTATA.

0
143

Comando Provinciale Carabinieri di Caserta

Sala Stampa

È accaduto nel tardo pomeriggio di ieri a Villa Literno, in provincia di Caserta, dove una ventitreenne nigeriana, in evidente stato di alterazione psicofisica, ha aggredito due fratelli che erano fermi, a bordo della loro autovettura, all’incrocio tra via Diaz e via gallinelle. 

I due giovani, un ventiseienne ed un ventinovenne di Villa Literno, sono stati letteralmente travolti dalla furia della nigeriana che, senza apparente motivo, armata di bottiglia ha colpito alla testa il ventiseienne, provocandogli una ferita lacerocontusa. Successivamente ha rivolto la sua rabbia contro il ventinovenne, interveunto in difesa del fratello, colpendolo con schiaffi e morsi al braccio sinistro. Solo l’immediato intervento dei carabinieri della locale Stazione ha permesso di bloccare la donna che, alla loro vista, ha cercato di aggredirli violentemente.

Le due vittime sono state medicate presso il pronto soccorso della clinica Pineta Grande di Castel Volturno, e dimesse poco dopo con una prognosi di 7 giorni.

La nigeriana, irregolare sul territorio nazionale, è stata arrestata e dovrà rispondere   di lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. La stessa è stata accompagnata presso la casa circondariale di Pozzuoli, e posta a disposizione della competente autorità giudiziaria.